Tessuti tecnici e imbottiti per le piste da sci

Quando si parla di abbigliamento tecnico per lo sci bisogna valutare ogni singolo aspetto di questo sport. Per sciare serve un abbigliamento:
  • Che serva a scaldare e a proteggere dal freddo
  • Impermeabile, per proteggere da neve e acqua
  • Traspirante, per non sudare (cosa che vanificherebbe l'effetto impermeabile)
  • Comodo, pratico, leggero
Un'impresa non semplice, insomma. Per fortuna, oggi i trattamenti tessuti come finissaggio e resinatura permettono di creare tute da sci e accessori con tutte queste qualità, per garantirti non solo il massimo comfort ma anche uno stile contemporaneo. Sono finiti i tempi delle tute imbottite, ingombranti e poco traspiranti: oggi i tessuti sono elastici, leggeri e performanti. Vediamo ogni aspetto di questi tessuti, strato per strato.

  abbigliamento tecnico sci  

Strato 1 - Il primo strato è quello che sta a stretto contatto con la pelle, detto anche baselayer, e dovrebbe ricoprire busto, braccia e gambe, volendo anche piedi e collo. L'intimo, poi, dovrebbe essere in microfibra e non in cotone, perché questo tessuto rischia di far sviluppare micosi e irritazioni. Traspirante, leggerissimo.
Strato 2 - Il secondo strato è quello che tiene caldo. Il tessuto non scalda, semmai trattiene il calore: questo strato deve far uscire l'umidità e far da intercapedine per tenere il corpo al caldo.
Strato 3 - Questo è lo strato impermeabile e resistente al vento: qui i trattamenti fanno miracoli sui tessuti, che restano comprimibili, leggeri e dal taglio stretto come vuole la moda.